News ed eventi

Imparare, tra stimoli sensoriali ed elaborazione

Cosa sono gli stili d'apprendimento?

Cosa sono gli stili d'apprendimento?

Lo stile d'apprendimento è la tendenza di una persona a preferire un certo modo d'imparare, e riguarda la modalità individuale di percepire e reagire ai compiti legati all'apprendimento. In base alla propria percezione, ognuno adotta strategie e comportamenti diversi.

Parlando di stile non si vuole classificare, ma approfondire la complessità delle differenze individuali.

I canali sensoriali

Le informazioni (comprese le nozioni) ci arrivano tramite input sensoriali. Questi, una volta elaborati dal cervello, vengono restituiti sempre attraverso i sensi.
Gli stili d'apprendimento, quindi, riguardano anche la capacità di percepire ed elaborare i diversi stimoli sensoriali: ognuno di noi reagisce in maniera più attiva ed efficace ad alcuni stimoli, e meno ad altri. 

Abbiamo a diposizione quattro canali sensoriali per apprendere:

  • Visivo-verbale, ovvero leggere e scrivere;
  • Visivo iconografico o non-verbale, attraverso colori, grafici, diagrammi;
  • Uditivo, cioè ascoltando;
  • Cinestetico, che significa imparare facendo, confrontandosi con gli altri e interagendo.

La conoscenza dei principali stili cognitivi, assieme a un'accurata riflessione sulle carattersitiche dei propri allievi, sono elementi importanti del bagaglio professionale di un insegnante. 
Per trovare l’armonia in classe è necessario conoscere e valorizzare i diversi stili d'apprendimento fornendo stimoli e informazioni su più canali sensoriali possibili. In questo modo, ogni alunno potrà sfruttare al meglio le sue potenzialità.

A proposito di dislessia

Un normolettore, in genere, riesce a decodificare un'informazione indipendentemente dal canale sensoriale d'entrata.
Una o uno studente DSA, invece, fatica a imparare solo tramite il canale visivo-verbale. È quindi indispensabile fornire a questi studenti un modo di elaborare le informazioni attraverso input sensoriali diversi, permettendogli di utilizzare i loro punti di forza e le loro abilità.

Gli strumenti compensativi, individuati dagli specialisti in sede di diagnosi, sono importanti risorse per permettere ai ragazzi di utilizzare il canale sensoriale a loro più congeniale. Per questo è molto importante non solo permettere di utilizzarli, ma anche aiutarli a capire come sfruttarli al meglio, sia a casa che a scuola

Condividi
Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per nascondere questo messaggio clicca qui.